Sicurezza digitale: nasce la Global Alliance for Responsible Media

Un’alleanza globale è quella presentata al Festival della Creatività di Cannes che vede tra i protagonisti player internazionali e mette insieme alcuni dei principali operatori del mondo pubblicitario, brand e piattaforme social.

L’obiettivo comune è quello di migliorare la sicurezza nel mondo digitale, sempre più interconnesso e oggetto di fake news, fake profile, fake content, nonché hate speech e terrorismo online.

A sancire la Global Alliance for Responsible Media anche Facebook, Twitter e Google, in passato carenti nell’affrontare la brand safety, ma che adesso sono pronti a collaborare anche con gli altri operatori, a beneficio di tutti.

Per la prima volta tutti gli attori dell’industria dell’advertising scendono in campo per affrontare il fenomeno della diffusione di contenuti violenti o falsi che hanno un impatto deleterio sulla società.

Nella maxi alleanza hanno aderito al progetto aziende come Adidas, Bayer, BP, Danone, Diageo, General Mills, GSK Consumer Healthcare, LVMH, Mars, Incorporated, Mastercard, Mondelez International, NBCUniversal, Nestlé, Procter & Gamble, Shell e Unilever. Tra i maggiori gruppi del media si contano Dentsu, GroupM, IPG, Publicis Media, Omnicom Media Group, Teads, TrustX, Unruly e Verizon Media.

Il primo passo consiste nella formazione di un gruppo che lavori in sinergia sui temi da affrontare, incontrandosi regolarmente e riportando i propri progressi agli altri membri e al mercato.

Secondo la Global Alliance for Responsible Media, il mondo dell’advertising ha una responsabilità attiva nel promuovere collettivamente la sicurezza dell’ambiente digitale con iniziative concrete e protocolli condivisi che proteggano utenti e brand.

INVESTI NELLA BUONA COMUNICAZIONE.
PER TE MILLE VANTAGGI.